Postato su

Come lavoro, prodotti e tecniche

©RestauriRaia.com Restauro, ristrutturazione e restyling di manufatti in legno.

Ho una formazione universitaria ma ho frequentato una bottega antiquariale. Coniugo queste esperienze alla pratica quotidiana e al costante studio e aggiornamento necessari nella pratica di questo mestiere dove non si smette mai di imparare, soprattutto dal passato.
Cerco prima di incominciare un lavoro di inquadrare storicamente e stilisticamente il mobile che mi trovo di fronte individuando gli interventi che ha subito nel corso del tempo e lo stato di conservazione generale del pezzo.
Gli interventi che vado ad effettuare sull’oggetto hanno carattere conservativo e di ripristino per quanto possibile di una condizione quanto più vicina a quella originaria avendo come unica preclusione l’unicità che il pezzo ha raggiunto sia da un punto di vista estetico che da un punto di vista storico includendo in questa unicità anche gli interventi non originari.
I prodotti che utilizzo per il restauro di un mobile sono compatibili con l’età del pezzo su cui opero, per cui dove necessario utilizzo colle, consolidanti, fissanti e vernici di origine animale e vegetale, in poche parole quelli utilizzati nel momento in cui l’oggetto è stato creato.
Non disdegno l’utilizzo di prodotti di nuova generazione né di origine industriale in tutte le fasi di lavorazione, questi garantiscono una maggiore aderenza alle necessità quotidiane di fruizione dell’ oggetto.
Le tecniche di restauro perseguono gli stessi principi degli interventi cercando di utilizzare tecniche di lavorazione e finitura compatibili con l’età del pezzo ad esempio (verniciatura a stoppino, stuccatura con colla di coniglio e pigmenti), ma non ha un ruolo secondario l’utilizzo che dell’oggetto si andrà a fare.

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.